#10 / Antropologia dell’aborto: complessità e sfide di una ricerca impegnata

Incontro

 

Organizzatori
Giulia Zanini (ricercatrice Queen Mary University di Londra)
Alessandra Brigo (dottoranda DACS, Università di Milano-Bicocca e Instituto de Medicina Social di Rio de Janeiro)
Elena Caruso (dottoranda alla Kent Law School)
Unione Femminile di Milano

Quando
Venerdì 19 Febbraio 2021, ore 15.00-17.00

Descrizione dell’attività
La ricerca socio-antropologica, storica e giuridica nel campo dell’aborto si configura spesso come ricerca impegnata. Questo incontro ha l’obiettivo di riflettere, a partire dalle esperienze multidisciplinari personali e professionali di ricercatrici e attiviste italiane, sulle criticità e vulnerabilità di questa doppia appartenenza e della ricerca legata all’attivismo, sulle questioni etiche, sui dilemmi e sui piaceri di lavorare nell’ambito della giustizia riproduttiva, e, in particolare, sul tema dell’aborto. Relatrici: Claudia Mattalucci (Università degli studi di Milano-Bicocca), Silvia De Zordo (Universitat de Barcelona), Anastasia Martino (Universitat de Barcelona), Alessandra Brigo (Università degli studi di Milano - Bicocca/Instituto de Medicina Social - UERJ), Alessandra Gissi (Università di Napoli l'Orientale), Paola Stelliferi (Università degli Studi Roma Tre), Elena Caruso (Kent Law School). Moderatrice: Giulia Zanini (Queen Mary University di Londra).

Dove
Piattaforma Cisco Webex

Iscrizioni
L'iscrizione all'evento è obbligatoria e deve essere portata a termine entro le 23.59 del 16 febbraio 2021. Prima dell'evento gli organizzatori invieranno il link di accesso all'evento. Per iscriverti clicca qui.

Contatti
antropologiadellaborto@gmail.com
____________________

 

#11 / A che cosa serve l’antropologia culturale?

Incontro

 

Organizzatori
Angela Biscaldi (antropologa, Dipartimento di scienze sociali e politiche, Università degli Studi di Milano)
Marco Traversari (antropologo, professore a contratto Università degli Studi di Milano Bicocca)

Quando
Venerdì 19 febbraio 2021, ore 15.00

Descrizione dell’attività
A che cosa serve l’antropologia culturale?
Rispondono a questa domanda studenti e studentesse del liceo delle scienze umane (con i loro docenti e dirigenti), universitari, dottorandi, ma anche professionisti nei più diversi settori con una formazione antropologica. Un documentario social per riflettere sulla percezione sociale del ruolo e del valore dell’antropologia culturale nel mondo contemporaneo. Il documentario social è stato realizzato dagli studenti della classe IV D- Indirizzo grafico del Liceo Artistico I. S. Munari di Crema con la supervisione delle prof. sse Alba Caridi e Cecilia Geroldi.

Dove
Piattaforma Teams

Iscrizioni
L'iscrizione all'evento è obbligatoria e deve essere portata a termine entro le 23.59 del 16 febbraio 2021. Prima dell'evento gli organizzatori invieranno il link di accesso all'evento. Per iscriverti clicca qui.

Contatti
angela.biscaldi@unimi.it
____________________

 

#12 / “La Barbie Hackerata”. Workshop di auto-co(no)scienza sulla corporeità e gli interventi di manipolazione del corpo

Laboratorio

 

Organizzatori
Chiara Pussetti (Antropologa Istituto di Scienze Sociali - ULisboa)
Federica Manfredi (Antropologa Phd Candidate Istituto di Scienze Sociali - ULisboa)
Lara Zibret (fotografa)
Carlotta Cossutta (ricercatrice in Filosofia Politica, Collettivo Ambrosia)

Quando
Venerdì 19 febbraio 2021, ore 16.00-18.00

Descrizione dell’attività
Talvolta è complesso rendersi conto delle azioni rivolte ai nostri corpi: queste possono sembrare invisibili tanto sono incorporate ed inserite nel quotidiano. Il workshop “La Barbie Hackerata” invita ad immergersi in un processo di auto-co(no)scienza per guardare alla propria corporeità con occhi nuovi. Renderemo la nostra carne oggetto di riflessione comune attraverso la manipolazione di un corpo in plastica, che migrerà dallo spazio privato a uno urbano e sociale.
Il workshop La Barbie Hackerata si base sul progetto “EXCEL – The Pursuit of Excellence. Biotechnologies, enhancement and body capital in Portugal”, il quale è finanziato dalla Foundação para a Ciência e a Tecnologia (FCT) come borsa n. PTDC/SOC-ANT/30572/2017, ed è coordinato all’Instituto de Ciências Sociais (ICS) – Universidade de Lisboa – dal PI Chiara Pussetti.

Dove
Piattaforma Zoom

Iscrizioni
L'iscrizione all'evento è obbligatoria e deve essere portata a termine entro le 23.59 del 16 febbraio 2021. Massimo 15 partecipanti. Prima dell'evento gli organizzatori invieranno il link di accesso all'evento. Per iscriverti clicca qui.

Contatti
federicamanfredi@hotmail.fr
chiaragemma.pussetti@gmail.com
____________________

 

#13 / Archivi e comunità resilienti

Incontro

 

Organizzatori
Archivio di Etnografia e Storia Sociale – D.G. Autonomia e Cultura – Regione Lombardia

Quando
Venerdì 19 febbraio 2021, ore 17.00-18.30

Descrizione dell’attività
Il termine “comunità” ha evocato in tempo di emergenza nuovi e profondi significati: il senso di appartenenza, il “bisogno” di comunità, il riconoscimento del proprio patrimonio. Il patrimonio culturale può costituire una fonte di resilienza, di solidarietà e di ispirazione. Che cosa è una comunità resiliente? Come la sua azione influisce nei processi di salvaguardia del patrimonio immateriale? Verrà presentato un progetto di educazione realizzato dalla Casa museo di Cerveno con la collaborazione del Biodistretto di Valle Camonica, del Parco dell'Adamello e della rete di produttori di ValcamonicaBio.
Intervengono: Agostina Lavagnino – AESS; Elena Turetti – Casa Museo di Cerveno.
Immagini di Pietro De Tilla, Elvio Manuzzi – Enece Film.

Dove
Piattaforma Teams

Iscrizioni
L'iscrizione all'evento è obbligatoria e deve essere portata a termine entro le 23.59 del 16 febbraio 2021. Massimo 25 partecipanti. Prima dell'evento gli organizzatori invieranno il link di accesso all'evento. Per iscriverti clicca qui.

Contatti
donatella_biancardi@regione.lombardia.it
____________________

 

#14 / L’altro, l’altrove, l’alieno. Un dialogo tra scienze umane e fantascienza in tempi pandemici

Incontro

 

Organizzatori
Francesco Vietti (antropologo, Università di Milano-Bicocca, AnthroDayMilano)
Stefano Malatesta (geografo, Università di Milano-Bicocca)
Michele Vaccari (scrittore)
Fabio Deotto (scrittore)
Davide Monopoli e Silvia Casolari (fondatori e curatori del MUFANT – Museo del Fantastico e della Fantascienza di Torino)

Quando
Venerdì 19 febbraio 2021, ore 18.00-19.30

Descrizione dell’attività
La pandemia ha reso più evidente un movimento in atto da tempo: le scienze umane sono chiamate a riflettere sul domani, sugli scenari possibili, sui modi con cui il potere (ri)definisce spazi utopici e distopici; la fantascienza e il fantastico ancorano sempre più la propria immaginazione alle questioni sociali, politiche, economiche che attraversano il nostro presente. Questa tavola rotonda apre una conversazione tra un antropologo, un geografo, due scrittori e due curatori museali attorno ai temi dell'alterità e del futuro.

Dove
Piattaforma Cisco Webex

Iscrizioni
Le iscrizioni all'evento sono chiuse. Per partecipare clicca qui. Password di accesso: anthroday2021

Contatti
francesco.vietti@unimib.it
____________________

 

#15 / Il Santo il Matto il Fiume. Arte, antropologia e lavoro nei servizi per le persone con disabilità

Incontro

 

Organizzatori
Elena Mocchetti (artista)
Costanza Lanzanova (direttore dei servizi di La Nuvola onlus)
Ivan Bargna (antropologo, Università di Milano-Bicocca)

Quando
Venerdì 19 febbraio 2021, ore 18.00-19.30

Descrizione dell’attività
L’incontro si propone di aprire una finestra su un processo tuttora in corso, un progetto collaborativo iniziato da oltre un anno e che terminerà a fine 2021, che vede impegnati un’artista, un antropologo e gli operatori de La Nuvola di Orzinuovi, un’impresa sociale che offre servizi residenziali, diurni e domiciliari, nell’ambito della disabilità, della salute mentale di adulti e bambini, degli anziani. Lo scopo del progetto è duplice. Verso l'interno è quello di consentire agli operatori una diversa prospettiva sulla loro quotidianità in modo da poter migliorare le proprie condizioni di lavoro e di conseguenza l'efficacia. Verso l’esterno lo scopo è quello di promuovere, andando oltre gli stereotipi, una diversa percezione della figura dell’operatore sociale e delle persone con disabilità da parte di utenza (famiglie) e cittadinanza, per intensificare le relazioni con il territorio attraverso un processo di creazione condivisa con ricadute positive. Disegno, fotografia, pratiche video e performative, design ed etnografia sono alcuni degli strumenti di un’azione in cui arte, antropologia e “servizi” si mettono in gioco sul terreno delle pratiche partecipative e, questo è l’auspicio, generative.

Dove
Piattaforma Cisco Webex

Iscrizioni
L'iscrizione all'evento è obbligatoria e deve essere portata a termine entro le 23.59 del 16 febbraio 2021. Prima dell'evento gli organizzatori invieranno il link di accesso all'evento. Per iscriverti clicca qui.

Contatti
ivan.bargna@unimib.it
____________________

 

#16 / L'antropologia in tribunale. Alcune riflessioni preliminari

Incontro

 

Organizzatori
Giacomo Pozzi (antropologo, Anthroday Milano, Università IULM)
Giuseppe Marotta (Ufficiale Giudiziario, Milano)
Gabriella Mennuni (Giudice del Tribunale di Milano, Sezione esecuzioni)

Quando
Venerdì 19 febbraio 2021, ore 18.00-19.00

Descrizione dell’attività
La tavola rotonda intende portare alcune riflessioni preliminari sulle possibili forme di collaborazione tra l’antropologia e i professionisti del diritto, quali magistrati, avvocati, custodi giudiziari, ufficiali giudiziari. A partire da esperienze di ricerca e di lavoro condivise, imperniate sul fenomeno della vulnerabilità abitativa, i partecipanti alla tavola rotonda metteranno in luce i loro sguardi peculiari sull’argomento, mostrando la rilevanza del confronto e del dialogo tra professionalità diverse sul medesimo fenomeno.

Dove
Piattaforma Cisco Webex

Iscrizioni
L'iscrizione all'evento è obbligatoria e deve essere portata a termine entro le 23.59 del 16 febbraio 2021. Prima dell'evento gli organizzatori invieranno il link di accesso all'evento. Per iscriverti clicca qui.

Contatti
giacomopozzi@outlook.com
____________________

 

#17 / Rime di campo

Incontro & Laboratorio

 

Organizzatori
Propagazioni (collettivo costituito da Laura Baffi, Guido Bertola, Pietro Bonfanti, Valeria Codara, Stefanos Lagos, Davide Manzoni, Doriana Offredi, Riccardo Preda, Federica Rota)
Cicadas Rhyme (collettivo costituito da Annalisa Zegna, Bianca Maria Fasiolo, Linda Vigiani)
Pierre Dupont (collettivo curatoriale costituito da Giulia De Giorgi, Michela Murialdo, Roberta Perego)
Francesco Bravin (antropologo)

Quando
Venerdì 19 febbraio 2021, 6 sessioni di gioco da 30’ ciascuna, disponibili dalle 10.30 alle 16.30 (iscriviti sotto ad una sessione!) + Focus Group online ore 18.30
Sabato 20 febbraio 2021, 6 sessioni di gioco da 30’ ciascuna, disponibili alle ore 10.30 alle 16.30 (iscriviti sotto ad una sessione!)

Descrizione dell’attività
Rime di campo riunisce pratiche antropologiche, artistiche, educative e curatoriali per riflettere sul tema dell’esperienza di campo. Il pubblico è invitato a sperimentare Cicadas Rhyme, gioco di improvvisazione che si basa sulla comunicazione non verbale e che avviene per mezzo di una videochiamata. Ai partecipanti viene chiesto di utilizzare oggetti quotidiani per creare composizioni visive che si richiamino a vicenda per colore, forma e disposizione nello spazio. Il dialogo tra le inquadrature si sviluppa attraverso un continuo processo di ascolto e di osservazione tra i partecipanti, e genera gradualmente un accordo visivo. Il gioco permette di esercitare diverse facoltà implicate nei processi collaborativi e fa emergere dinamiche relazionali e comunicative. Per ulteriori informazioni, consultare il sito www.cicadasrhyme.com
Il Focus Group online con i collettivi Propagazioni, Cicadas Rhyme, Pierre Dupont e con l’antropologo Francesco Bravin, propone una conversazione pubblica aperta a chiunque voglia prendervi parte. A partire dal gioco Cicadas Rhyme, l’incontro si struttura come un confronto tra pratiche artistiche, curatoriali e antropologiche che interrogano aspetti dell’esperienza di campo. Tra i temi affrontati: il ruolo dell'empatia e della partecipazione, l'utilizzo di linguaggi visivi e non verbali, la restituzione delle esperienze.

Dove
Piattaforma Zoom

Iscrizioni
L'iscrizione all'evento è obbligatoria e deve essere portata a termine entro le 23.59 del 16 febbraio 2021.
Per iscriverti al Focus Group online clicca qui.
Per iscriverti ad una sessione di gioco di Cicadas Rhyme clicca qui.
Per un’eventuale disdetta è necessario avvisare via mail a cicadasrhyme@gmail.com

Contatti
pie.bonfanti@gmail.com
____________________

 

#18 / Le Alleanze dei corpi. Communities in movement

Incontro

 

Organizzatori
Laboratorio di Antropologia visiva, Università di Milano-Bicocca
DiDstudio
Itinerari Paralleli
ZEIT
Progetto Aisha

Quando
Venerdì 19 Febbraio 2021, ore 19.00-21.30

Descrizione dell’attività
Presentazione del progetto “Le Alleanze dei Corpi. Communities in movement” situato nelle aree periferiche e marginali della geografia milanese e in particolare, nelle zone limitrofe al Parco della Martesana e all’asse di via Padova e Crescenzago. Il progetto si articola attraverso un programma di percorsi partecipativi, pratiche relazionali, performance, mostre, simposi che connettono il territorio alle istituzioni culturali della città (Fabbrica del Vapore, MUDEC, Università di Milano-Bicocca).

Dove
Piattaforma Zoom

Iscrizioni
L'iscrizione all'evento è obbligatoria e deve essere portata a termine entro le 23.59 del 16 febbraio 2021. Prima dell'evento gli organizzatori invieranno il link di accesso all'evento. Per iscriverti clicca qui.

Contatti
info@aiep.org